Messaggi recenti: admin

Cos’è l’adescamento

Contatti sessuali online tra minori e adulti

La confidenza che i giovani hanno con il web li conduce talvolta a valicare i confini della prudenza. Gli adulti che hanno interesse ad avere contatti con i minori, sanno che il web è il posto giusto dove “avvicinare” i giovani, “perché sono tutti sempre connessi”, liberi e con la convinzione di essere al sicuro. In Italia, dal 2012 è stata introdotta una nuova fattispecie di reato che riconosce il carattere di pericolosità dei contatti sessuali on-line tra minori e adulti: l’adescamento (art. 609undicies del c.p. previsto dalla legge n. 172/2012). 

Quando il contatto avviene a volte, click dopo click, post dopo post diventa amicizia, poi amore e infine minacce, paura, dolore, vergogna. Questo è l’adescamento: un lento lavoro di manipolazione che soggetti adulti compiono sul web per avvicinare minori, per indurli a fare “cose” vietate, a trasgredire. I genitori spesso non sanno, fanno fatica a capire che tutto quello che i loro figli vivono è frutto di un reato. La denuncia è un atto importante, ed apre la strada alla sicurezza dei bambini e dei ragazzi.

FB_COVER_IPY

La fascia d’età più a rischio sembra essere quella dei pre-adolescenti (11-14 anni) 

 

Non accettare richieste di amicizia da sconosciuti

Chi è il pedofilo?

Il pedofilo è colui che è attratto eroticamente e sessualmente dai bambini o ragazzi. Nella psicopatologia del pedofilo si riscontrano i meccanismi psichici tipici delle perversioni: il diniego e la scissione diseguale dell’Io. Il termine “pedofilo” accomuna la più ampia e coerente categoria tra pedofilia e pederastia. La prima si riferisce all’attrazione di un adulto verso neonati e bambini. Il secondo termine di riferisce ad un adulto attratto dagli adolescenti.

I pedofili sono degli abili conoscitori del modo infantile e adolescenziale e sanno come gestire i rapporti, in modo da ottenere il massimo delle probabilità di confidenza verso i minori.

I pedofili sono persone che svolgono una vita “ufficiale” normale e insospettabile e traggono piacere solo attraverso un comportamento compulsivo sessuale e trasgressivo verso i più piccoli.

 

Cosa fare in caso di adescamento

Contattare la Polizia Postale (link al pdf) altrimenti li dobbiamo creare una pagina e trascriverli ( forse è meglio questa soluzione)

La norma e l’imputabilità del minore

L’immaturità e l’imputabilità dei minorenni. Nel nostro sistema ordinamentale il minore di quattordici anni non è imputabile (art. 97 c.p.) e quindi non può essere chiamato a rispondere, con l’applicazione delle normali norme di natura sostanziale e processuale, di fatti da lui commessi che costituiscano eventuali ipotesi di reato. Sostanzialmente si ritiene che la presunta…
Per saperne di più

Linee di orientamento

Azioni di prevenzione e di contrasto al bullismo e cyberbullismo

Il disegno di legge per la riforma della scuola introduce un elemento di novità importante sul fronte della prevenzione e del contrasto al bullismo e al cyberbullismo: per la prima volta, infatti, si prevedono iniziative e progetti, all'interno degli istituti, volte a offrire a dirigenti, docenti, studenti e famiglie gli strumenti opportuni per fronteggiare questo fenomeno che è sempre più diffuso nel nostro Paese.

Le linee guida del Ministero dell'Istruzione.

Il Ministero dell'istruzione, dovrà prevedere "linee di orientamento per prevenzione e contrasto del cyberbullismo nelle scuole" che devono comprendere, tra le varie cose, anche la formazione del personale scolastico e misure di sostegno e rieducazione dei minori coinvolti.

Le linee guida hanno come obiettivo quello di dare continuità alle azioni già avviate dalle istituzioni scolastiche. In questa prospettiva è importante puntare sull'innovazione, non per creare ex-novo e ripartire da zero tralasciando la grande esperienza e il know-how acquisito negli anni dalle scuole, bensì per rinnovare ovvero fare evolvere i sistemi di intervento sperimentati in questi anni.

Recenti commenti admin