Ministero dell’Istruzione “No hai cellulari a scuola”

Il Ministro dell’Istruzione, con la direttiva 15 marzo 2007, ha vietato l’uso del cellulare a scuola con esplicito divieto durante le lezioni. Il divieto di utilizzo del cellulare durante le ore di lezione risponde ad una generale norma di correttezza perché l’uso del cellulare e di altri dispositivi elettronici rappresenta non solo un elemento di distrazione, sia per chi lo usa sia per i compagni, ma anche una grave mancanza di rispetto verso l’insegnante e si configura pertanto come un’infrazione disciplinare.

Nel regolamento di istituto sono previste norme e regole relative al divieto di uso del cellulare, compresa quella del ritiro temporaneo del telefono, in caso di uso scorretto. Nei casi più gravi il docente può anche decidere di restituirlo direttamente ed esclusivamente nelle mani dei genitori.

Nel caso in cui, durante lo svolgimento delle lezioni, vi siano esigenze di comunicazione, tra gli studenti e le famiglie dettate da ragioni di particolare gravità, si deve chiedere l’autorizzazione al docente.
La scuola, in ogni caso, garantisce, la possibilità di una comunicazione reciproca tra le famiglie ed i propri figli, per gravi ed urgenti motivi, mediante il centralino.

Si ricorda, inoltre, che è assolutamente vietato diffondere immagini, video o foto sul web se non con il consenso delle persone riprese. La diffusione di filmati e foto che ledono la riservatezza e la dignità delle persone può far incorrere lo studente in sanzioni disciplinari o perfino in veri e propri reati.

Ai trasgressori della presente comunicazione, come previsto anche nel regolamento d’istituto agli art. 9, 10 e 47, saranno applicate le sanzioni disciplinari elencate e specificate nel successivo art. 48.

Fonte: Ministero dell'istruzione

I commenti sono chiusi